“The Disappearance of Eleanor Rigby” (“La scomparsa di Eleanor Rigby”) di Ned Benson

Le due versioni di una storia

Quella che all’apparenza sembra essere una cosa semplice talvolta è la più complicata da spiegare. Per esempio, una storia d’amore.
The Disappearance of Eleanor Rigby racconta proprio questo genere di storia piuttosto comune e un po’ banale: c’è una coppia, un Lui (James McAvoy) e una Lei (Jessica Chastain) che si lasciano.
Sembrerebbe un film come tanti altri, ma l’opera prima di Ned Benson è veramente complessa.La struttura narrativa segue i protagonisti parallelamente: abbiamo così due diversi film che raccontano la fine di un grande amore dal punto di vista di Lui, Conor (The Disappearance of Eleanor Rigby: Him), e dal punto di vista di Lei, Eleanor (The Disappearance of Eleanor Rigby: Her). Pian piano, come se ricomponessimo il puzzle dei due cuori infranti, risaliamo ai motivi che hanno portato in crisi la coppia, ai loro ricordi e alle motivazioni di uno e dell’altra.

I due film paiono distinti ed indipendenti ma intrinsecamente legati, tali da completarsi quando vengono presi in considerazione come un unicum.  Sono le due metà della stessa mela, come succede alle anime gemelle, come succede in una vera storia d’amore.
Considerati singolarmente, si avverte nei due film una sensazione di incompletezza, soprattutto in The Disappearance of Eleanor Rigby: Him, che risulta meno brillante della controparte al femminile, probabilmente anche a causa personaggi secondari meno interessanti, se escludiamo il padre di Conor (un malinconico Ciarán Hinds). The Disappearance of Eleanor Rigby: Her invece ha dalla sua una splendida Viola Davis nel ruolo di una professoressa universitaria, e un William Hurt, che interpreta il padre di Eleanor, capace di riempire la scena malgrado il suo personaggio non si possa definire loquace.

L’espediente del doppio film è molto interessante e induce lo spettatore a notare le piccole differenze e le contraddizioni negli stessi episodi rappresentati dai due punti di vista. The Disappearance of Eleanor Rigby venne presentato al Toronto Film Festival nel 2013 e fu accolto in maniera entusiastica da pubblico e critica. Ciò malgrado, la Weinstein Company decise di distribuire una versione più convenzionale del film, montando insieme le due parti distinte. Il risultato fu :The Disappearance of Eleanor Rigby: Them, che venne poi presentato l’anno seguente a Cannes.

Esistono quindi tre versioni di un’unica storia. Siete perplessi? Probabilmente lo erano anche gli spettatori americani quando quest’anno hanno assistito all’uscita in sala di tutte e tre le versioni a distanza di pochi giorni l’una dall’altra. Il dilemma è: vedere l’ultima e più sintetica versione? Vedere la versione originaria? Vederle tutte e tre? Forse tre sono troppe, e probabilmente Them svaluta completamente l’idea iniziale del regista. Ciò che quindi rimane alla fine è Lei e Lui. Come sempre accade, in ogni grande storia d’amore.

Share this!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.