“Bambini nel tempo. L’italia, l’infanzia e la Tv” di Roberto Faenza e Filippo Macelloni- Conferenza Stampa

Bambini nel tempo. L’Italia, l’infanzia e la Tv è un documentario prodotto da Rai Teche e Rai Cinema con la regia di Roberto Faenza e Filippo Macelloni, da un’idea della Direttrice delle Teche Rai Maria Pia Ammirati.

 

“Testimonianze preziose, momenti catturati e conservati negli archivi delle Teche Rai, tasselli di un grande mosaico che si compone strada facendo, raccontando i mutamenti dell’Italia, dagli anni ’50 a oggi, da un punto di vista sorprendente, preciso e leggero: quello dei bambini.” Così viene presentato il film: attraverso un lungo e complicato lavoro di ricerca e di digitalizzazione all’interno degli Archivi delle Teche Rai, sono state selezionate testimonianze di un’Italia che cambia attraverso gli occhi dei bambini.

Se la Televisione non ha memoria, l’Archivio della Rai è da considerare come un patrimonio nazionale immenso che conserva la memoria dell’Italia, e deve pertanto assolutamente essere preservato ma anche utilizzato come oggetto di studio di un Paese che scompare lasciando il posto alla contemporaneità; esso contiene materiale su personaggi celebri, ma anche e soprattutto su persone normali.

BAMBINI NEL TEMPO 3

Bambini nel tempo. L’Italia, l’infanzia e la Tv è il secondo progetto, dopo Pasolini. Il corpo e la voce, portato a termine utilizzando esclusivamente materiale proveniente dalle Teche. Roberto Faenza e Filippo Macelloni ammettono di essere rimasti spaventati dalla difficile scelta all’interno di un materiale così vasto (più di cento ore selezionate); si è deciso per prima cosa di tagliare gli adulti e lasciare la parola ai soli bambini, che raccontano se stessi e quello che hanno intorno. Attraverso le loro testimonianze viene fuori in modo evidente come il Paese si trasforma, e con esso anche il modo di raccontare l’infanzia. Successivamente il materiale è stato suddiviso in base ad alcuni temi: il gioco, i sogni, la famiglia, l’amore, per citarne alcuni, facendo parlare tra di loro bambini di epoche diverse e cercando di creare un discorso continuo, intervallato solo da un simpaticissimo bambino che lancia i ciak.

Un fatto sconvolgente è che viene fuori un ritratto agghiacciante dell’inadeguatezza degli adulti, cosicché appare evidente una grande lontananza tra il loro mondi e quello dell’infanzia. Questo è uno dei fili conduttori all’interno del film, l’altro è la differenza tra “ieri” e “oggi” espressa inserendo, sui filmati degli anni passati, le voci fuori campo delle interviste realizzate ai bambini di oggi, ai quali viene chiesto di immaginarsi bambini di una volta.

E’ un film che permette agli adulti di ricordare l’infanzia e ai giovani di conoscere un mondo svanito, quello dei loro genitori e dei loro nonni. Ciò dimostra che la storia e la memoria possono contribuire a capire e conoscere meglio il presente.

 

Tra Maria Pia Ammirati e Paola Malanga, responsabile dell’Area Prodotto di Rai Cinema, la collaborazione non è conclusa qui, perché altri due progetti sono in fase di lavorazione, con lo straordinario contributo di molti dipendenti Rai e anche del personale delle Teche di Torino. L’uscita in televisione di Bambini nel tempo. L’Italia, l’infanzia e la Tv è programmata per il 3 Gennaio 2016 alle 23,30 su RAI 1, all’interno della rubrica Speciale Tg1; successivamente il film verrà messo a disposizione sul web con l’aggiunta di contenuti extra che non è stato possibile inserire nel documentario, ma ugualmente interessanti e curiosi.

Share this!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.